Status Minor - Dialog (Lion Music)

Score: 7.3/10

Review

Progressive finlandese? Ebbene si! Dalla patria del power e del black di metà anni 90' per eccellenza arriva finalmente qualcosa di nuovo, una decisa ventata fresca per un mercato che identifica i finnici unicamente in quei due generi. Gli Status Minor sono usciti dall'ambiente underground delle foreste e dei campi innevati facendosi notare dalla Lion Music dopo due interessanti Ep, particolarmente per la novità che essi presentano.

Il loro sound è un progressive metal a metà strada tra power e hard rock nordico, dando comunque molto più peso al primo elemento, come si deduce dall'opener Something More. I temi trattati ovviamente sono la psicologia e problemi sociali legati al loro paese d'origine, motivo in più per apprezzare il disco. Si viaggia attraverso vocalizzi e parti di tastiera molto piacevoli, senza sconvolgere troppo il metodo compositivo, come si sente in Stand And Think, e parti tecniche di alta qualità come nella ballad del disco: Masquerade. La parte finale del disco rialza il capo verso un sound più duro dopo i toni della ballad: con Machine e la conclusiva Dialog abbiamo delle atmosfere frizzanti, pur senza restare troppo nel complesso e dell'eccessiva indagine psicologica. Nota negativa: l'ultima traccia a mio parere è troppo lunga per un disco di sole sette tracce (dura un quarto d'ora!), anche se è molto piacevole pur per il tema impegnato (i problemi tra genitori e figli) di cui tratta. Nel futuro immagino che sarà possibile fare dei passi da gigante per lamellare bene il sound della band e migliorare la composizione, spesso dai toni un pò ripetitivi.

Ebbene, gli Status Minor avrebbero potuto suonare senza sfigurare per niente nel Progressive nation tour se fossero stati contattati, cosa che mi auguro in quanto una band così, anche se un pò acerba, merita di essere conosciuta anche all'infuori di un mercato ristretto.

Autore: Dario "Strato" Onofrio